Sunset at the beach plage moorea

Plage Moorea: un angolo di sgarrupo in Costa Azzurra

Da sempre ho un debole per Antibes – Juan Les Pins e appena riesco ci torno per un week end lungo; proverò a spiegare il perché di questo debole, ma ora voglio concentrarmi sulla scoperta di quest’anno, scoperta che porta un nome esotico: Moorea.

Entering plage Moorea

Una Moorea che non servono più di venti ore di volo intercontinentale per arrivarci, perché sta giusto una manciata di chilometri dopo Nizza.
Ora non vi aspettate palafitte e acqua dell’altro emisfero (che tra l’altro il mare è bello pure qui), in certi casi è l’atmosfera quella che fa la differenza e qui la fa eccome.

Ho trovato questo posto grazie al mio lato un po’ nerd, girando per forum: non venga in mente che sono di parte, ma c’è da ammettere che forum e blog sono utilissimi per trovare quello che per vie più istituzionali non salta fuori.

Plage Moorea Juan les Pins

Moorea non l’ho mai vista forse per pigrizia: sta alla fine di Juan les Pins, praticamente fuori paese in direzione Cannes e prima di arrivarci di bagni ne incontri talmente tanti che da qualche parte ti fermi direi quasi per forza.
E invece come per molte cose anche qui vale la pena non accontentarsi e andare avanti.

Uno entra lasciandosi la strada alle spalle e si ritrova in un guazzabuglio disordinato di maschere tribali, frangipani posticci e palme più o meno scassate: già capisce che sarà un gran casino.
Se poi ha la fortuna di imbattersi nel proprietario di questa trovata che da dove salta fuori ce l’ha scritto in faccia, l’impressione non può che essere confermata.

Big boss & I

L’arzillo signore, di quelli che l’età non si capisce troppo, ti saluta ridacchiando dentro la sua pelle dal colore del cuoio un po’ rinsecchito, con la sua chioma bianca che parla di una vita trascorsa accanto al mare.
In qualsiasi lingua gli parliate ne caverete ben poco, ma poi capirete che anche questo fa parte dell’atmosfera di cui dicevo: inutile, certi posti vanno raccontati fino ad un certo punto, dopodiché si devono vivere e basta.

La plage Moorea va affrontata così, con tutto il relax di cui si è capaci e senza farsi troppe domande. Posto di sgarrupati, dove pina colada, mojito e magnum di rosé (e qui non capisco tanto attaccamento ma prendo atto, credo sia un problema mio) iniziano a volare dalle 11 del mattino, e infatti alle 7 di sera quelle che volano sono le persone in acqua.
Dove la musica ti accompagna quasi tutto il giorno e dove la domenica può pure capitare di stare un po’ stretti nell’ora di punta, ma è così e conviene prenderla bene.

Altrimenti conviene andare altrove.

Dove Larry arriva da Cuba e non so quante bottiglie apre ogni giorno, ma verso sera si mette a ballare col cielo che si scurisce come sfondo.
Dove Fabien un posto te lo trova, a costo di sbatterti in braccio al vicino riuscendo pure a convincerti che era quello che volevi (quando uno è bravo).

Larry

Se non fate troppa fatica ad alzarvi e la mattina arrivate verso le 9 sarete di sicuro i primi (collaudato!): in premio c’è la scelta del posto migliore e un silenzio interrotto solo dal rumore delle onde, che prima delle 11.30 non si vede nessuno e pure la musica sta ad ascoltare.
E questo è il momento più bello, prima di abbandonarsi alle grasse risate godendosi scene e personaggi che non si trovano proprio ovunque.

Sound of Silence

Metteteci poi che si mangia bene (e pure troppo, da calar la palpebra con tutto quel caldo) e che effettuano il “servizio alla sdraio”, che altro si può chiedere?
Forse dei prezzi più popular, vero, ma siamo in Costa Azzurra e siamo allineati con tutto il resto del sistema.

Un lettino per un giorno costa 25€, ai quali ne vanno aggiunti circa altri 20 per pranzare (non che ci sia l’obbligo, che lì dietro sulla promenade ci sono gli immancabili baracchini pronti a sfamare ogni viandante); segnalo però che l’acqua costa una fucilata e quindi non è proprio una cattiva idea portarsela appresso o alla peggio ripiegare su altro!

Il relax e i personaggi sono invece compresi nel prezzo.

Se a qualcuno è venuta voglia, questo è il telefono:  +33(0) 04 93 61 58 68, che non accettano prenotazioni via web e bisogna per forza chiamare (l’alternativa è confidare nella suerte); la speranza è che a rispondere non sia proprio lui, il gran capo.
Altrimenti come non detto!

Plage-restaurant Moorea
boulevard Charles Guillaumont
06160 Antibes Juan les Pins

9 pensieri riguardo “Plage Moorea: un angolo di sgarrupo in Costa Azzurra”

      1. especially on you work (picture no.4) it existed on the movie with that kinda style.. I’m sure it’s a bongo (mini surfboard) lies on the beach 🙂

        Mi piace

      2. the man with the hat, the ones who remind, he got the style 🙂
        the bongo (mini surfboard) makes the impression.. great moment to capture

        Mi piace

  1. Si beh ecco… quando alle mie amiche avevo proposto la vacanza in costa azzurra mi avevano presa per pazza… invece mi confermi che ci avevo visto giusto… Vabbè, mi sa che anche il Portogallo sarà una bellissima meta… Ma questo posto me lo segno per un weekend lungo 😉

    Mi piace

    1. Per un week end lungo è consigliatissimo (io conto di ritornarci)! Poi mi dirai 😉
      Per la vacanza il Portogallo direi che è una destinazione di tutto rispetto: a me Lisbona è piaciuta molto!

      Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...