Archivi categoria: Viene in mente altro?

Il potere dei social, o meglio: di Instagram (discorsi su Bali)

É da un po’ che mi chiedo se e quanto possa valere la pena investire del tempo per tenere aggiornati i miei social network, sia quando viaggio (poco, in questo periodo) che quando me ne sto a casa.
É iniziato tutto come un gioco, pure divertente se vogliamo, ma adesso questo gioco sta andando un po’ in vacca, se mi passate il termine ricercato.

Google+ l’ho abbandonato mesi fa (o forse sono anni? L’addio è stato così traumatico che neanche me lo ricordo); Twitter lo programmo ogni tanto, ma devo dire che lo guardo ben poco: ormai è autonomo, il ragazzo si autogestisce e io mi fido.
Rimangono Facebook, che di questi tempi frequento con una cadenza praticamente mensile, e Instagram, che ultimamente mi dà addirittura il voltastomaco, giusto per metterci un pizzico di tragedia. Provo a condividere un po’ di questa tragedia.

Continua a leggere Il potere dei social, o meglio: di Instagram (discorsi su Bali)

Di turisti e viaggiatori

Sì, ancora con questa storia di turisti e viaggiatori. Probabilmente state pensando che non si sentiva il bisogno dell’ennesimo post sull’argomento e nel caso, davvero, non avete tutti i torti. Se quindi adesso fuggirete altrove anziché leggere qui sotto non me la prenderò, amici come prima e alla prossima. Sul serio.

Spesso però mi capita ancora di imbattermi in questa dicotomia ormai ampiamente sfruttata: non mi soffermo mai a commentare perchè in genere la reputo una perdita di tempo (non è che me la meno, più avanti si capisce il perché). Così facendo, però, mi rimane quella sensazione di non detto che mi sta un po’ stretta. Dico un paio di cose qui, va, così me la levo e amen.
L’avrete ben capito: quello che segue è un post abbastanza egoista, ma non è forse vero che si scrive per se stessi prima ancora che per gli altri? Magari su questa cosa però ci torno, adesso non voglio divagare.

Continua a leggere Di turisti e viaggiatori