Archivi categoria: Destinazioni

Il mio viaggio in Vietnam: highlights, perplessità e rimpianti

Non ho scritto molto del mio viaggio in Vietnam e prima di imbarcarmi nella prossima avventura voglio rimediare, almeno in parte.
Lo faccio con questo format che ho già usato per il Giappone perché secondo me è un buon modo per fare il punto ed è un buon modo per rispondere a chi mi chiede consigli: sono convinta che condividere gli sbagli sia importante tanto quanto condividere le cose belle, forse anche di più.

Le basi

Le lanterne di Hoi An. Cabiria Magni, Vietnam
Le lanterne di Hoi An
Visto

Fino al 30/06/2018 il visto è gratuito per i soggiorni fino a 15 giorni; si tratta di un provvedimento governativo del 2015 che l’anno scorso è stato rinnovato e che potrebbe essere rinnovato di nuovo: tenete d’occhio il sito della Farnesina per rimanere informati su quello che succederà dal 01 Luglio. Se invece state in Vietnam per più di 15 giorni il visto serve: trovate sempre sul sito della Farnesina tutte le informazioni necessarie per inoltrare la richiesta.

Continua a leggere Il mio viaggio in Vietnam: highlights, perplessità e rimpianti

Dieci cose che ho imparato a/di Malta (winter edition)

Da quando sono mamma ho una sola regola di vita: “la sopravvivenza innanzitutto”. Ora che tutto ruota attorno a questo concetto tanto semplice quanto sconvolgente il mondo mi sorride perché, in generale, ho imparato a fregarmene.
È proprio vero che ci si libera degli orpelli inutili solo in occasione dei grandi cambiamenti; il rischio è che non duri, ma ci si può lavorare.

Anche i viaggi ora seguono questo mio nuovo mantra.
Per le trasferte brevi non programmo più niente e vado dove mi porta il momento, prima invece pianificavo ogni minuto, per ottimizzare. Per i viaggi lunghi è diverso: lì, per ora, sono rimasta la solita secchiona. Ma vi saprò dire dopo gli Stati Uniti.

Tutto questo preambolo esistenziale per dire che ora non vi propinerò il classico “Cosa fare a Malta in quattro giorni”, ma credo proprio che supererete bene questa cosa. Ciò che voglio raccontare, invece, è quello che ho imparato io in quattro giorni, sia sull’isola che su me stessa indipendentemente dall’isola, perché alla fine si torna sempre lì: scopo del viaggiare è anche crescere come persone, no? E tornare un pochino diversi, altrimenti sono solo belle cartoline.

Continua a leggere Dieci cose che ho imparato a/di Malta (winter edition)