NY guide fish eye

New York [sì, non avete sbagliato blog]

Stavolta il volo verso ovest è quello dell’andata.

NY guide fish eye

Già!
Niente Asia, per ora.

L’ultimo viaggio negli States è un ricordo del 2010: era Natale, ed era la California.
Adesso invece mi fermo un po’ prima, e la città è di quelle che nella vita bisogna per forza andarci, o almeno così dicono (e chissà come mai, io ci credo).

Questa partenza è nata un po’ per caso.

In genere i posti che mi attraggono appartengono all’altra faccia del mondo, e in ogni caso New York non è mai stata il mio primo pensiero, parlando di Stati Uniti: dopo San Francisco e Los Angeles, l’idea era quella di continuare su quella via e finire dalle parti di San Diego, invece no.

E’ per questo che ho smesso di fare programmi, che tanto saltano sempre (ok, sono io che li faccio saltare, confesso).

New York è arrivata così, nel silenzio di una giornata di fine inverno, quando la primavera inizia già a farsi vedere.
New York si è accomodata col suo stampatello sopra il mio prossimo biglietto aereo: come facevo a mandarla via?

Non ho pensato più di tanto a quello che farò laggiù, ma alla fine non è un dramma, non di quelli veri: ve l’ho già detto del mio problema con i programmi?

Quello che so è che ci sono delle cose che vorrei fare, poi vediamo se riesco.

Vorrei andare a correre a Central Park, e questa è facile: infilo le scarpe nello zaino, le cuffie nelle orecchie e sono pronta. Chi ha avuto la sfortuna di avere a che fare con me sa che non dormo mai fino a tardi, mettiamola così, quindi probabile che alle sei del mattino sarò già per strada.

Vorrei passare sul ponte di Brooklyn verso la fine del pomeriggio, quando le luci si divertono a cambiare colore, magari dentro ad una cabrio, per buttare la testa fuori e fare una foto ad uno degli skyline più famosi del mondo, e anche qui non pare troppo complicata, che un servizio di noleggio auto a New York l’ho già adocchiato, chissà quindi che non mi tolga anche questo sfizio.

Vorrei assaggiare le cucine che questa città sa offrire, che la gente è arrivata qui da tutto il mondo ed è facile fare un pieno di tradizioni in un colpo solo: quando mi ricapita più?
In ogni caso segnalo che mi sono trovata un albergo proprio sopra un ristorante thai.
Così, giusto per star tranquilli.

Vorrei vedere il memoriale dell’11 settembre, e questo è forse l’unico proposito che sono sicura di mantenere: credo che non ci sia nemmeno il bisogno di spiegare il motivo.

Vorrei farmi venire le vertigini al Top of the Rock, perché se una città non la vedi dall’alto, sembra sempre di perdersi qualcosa.

A dire il vero vorrei anche farmi una pizza con le tartarughe ninja in ricordo dei bei tempi andati, ma qui la vedo un po’ più difficile.
A Peter Parker invece non mi sono mai affezionata troppo, quindi credo che sopravvivrò anche se non dovessi incrociarlo.

Ma quello che più conta è che voglio partire, di nuovo.
Quindi alla fine chi se ne frega dei vorrei.

Lasciatemi però dire un’ultima cosa: questa di New York mi pare quasi una deviazione verso ovest e mi fa un po’ strano, sapete?
Forse perché sono abituata ad associare l’idea dello zaino che si chiude a immagini completamente diverse, forse perché stavolta pure lo zaino sarà diverso, che camminare in una metropoli non è come camminare in una risaia.

Naa, non scherziamo!

I miei aladino me li porto comunque, tanto alla peggio c’è sempre una Chinatown pronta a correre in mio aiuto.
E pare che sia anche bella grossa. 

36 pensieri riguardo “New York [sì, non avete sbagliato blog]”

  1. Ti ho appena “trovato” e vedo che vai nella mia città ❤ (anzi magari sei già tornata!)
    Spero di avere un pò di tempo per leggere i post passati…. con molto interesse perchè io a differenza tua sono sempre andata ad Ovest e mai a Est..e quest'anno potrebbe essere l'anno buono 😉

    Mi piace

      1. ahahaha che sia Est o che sia Ovest l’importante è andare 🙂
        Mi attira molto non avendo mai visto quelle zone e sono sicura che mi innamorerò anche lì…
        Io sono nuova nei blog, e non ho ancora scritto nulla su NY ma se hai qualche domanda chiedi pure 😉

        Mi piace

      2. Devo rispondere anche a Silvia (outcomesthegirls)allora ne approfitto … Vi scrivo quando torno da lavoro!! Quando parti?

        Mi piace

  2. Tu che vai a NewYork??? 🙂
    Quasi non ci credo… cmq io il noleggio lo lascerei perdere, a NY taxi e piedi tutta la vita!
    A parte questo… non ti passo il giro che ho fatto io, perché sicuramente è troppo “turistico” per te.
    Chinatown (oltre a mangiarsi pian piano Little Italy, o quel che ne resta), l’ho trovata poco autentica anch’io.
    Il memoriale dell’11 Settembre, era solo un cantiere quando ci sono stato io, ma faceva cmq il suo effetto.
    Poi, se riesci a salire abusivamente sul Chrysler Building, fotografando l’Empire dal fianco, come abbiamo fatto noi… è ottima come inquadratura! 😉

    Mi piace

  3. Sai , NY è una città generosa, se le dedichi attenzione trova il suo lato più adatto a te. Ne ha così tanti …
    Ci ho lavorato, e non era in programma. Poi ci ho corso, anni dopo, in quel polmone verde che è Central Park. Il B Bridge percorrilo a piedi, nei due sensi. Due prospettive così diverse e straordinarie.
    E la cucina… Come in Asia …
    Viaggio straordinario, fai bene a non fare progetti. Pensa a tutto Lei

    Mi piace

    1. Ma che bella questa descrizione! Mi hai fatto venire ancora più voglia di andare 🙂
      B. Bridge a piedi, allora, segnato!
      Per tutto il resto…vediamo che succede (per dormire sono a posto, non da esagerare!!)

      Mi piace

  4. buon viaggio allora! città meravigliosa..io prima di partire mi ero preparato una guida online su Stay.com!! comodissima..ma poi anche andare a zonzo è bellissimo Nolita e Soho da vedere e poi se attraversi il ponte di Brooklyn devi tornare in traghetto!! ti invidio….tanto

    Mi piace

    1. Grazie dei suggerimenti, Max, qui si prende tutto!!
      Conto di andare molto a zonzo come d’abitudine, ma qualche dritta ci vuole per forza [e vado anche a vedermi stay.com] 🙂
      Grazie ancora!

      Mi piace

  5. Cabiria, eppure penso che New York saprà colpirti 🙂 è una città da vedere almeno una volta nella vita!
    Chinatown a me non piacque tanto 😦

    Mi piace

    1. Sì, sono convinta anche io che almeno una volta bisogna, e… non vedo l’ora di partire 🙂
      Davvero Chinatown non ti è piaciuta? Uhm, ti dirò al rientro, vediamo che succede!!

      Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...