Tutti gli articoli di Cabiria

Viaggio zaino in spalla, ho una fissa per l'Asia e i tatuaggi, quelli in bianco e nero. Ho scritto un libro, parla di Bali.

Viaggiare in treno nel mondo: le tratte che ho percorso e quelle che mi piacerebbe percorrere

Il mezzo di trasporto che preferisco, da sempre, è il treno.
Chi mi conosce potrebbe sorridere leggendo questa frase: le imprecazioni che dedico ai famigerati regionali che mi trovo a frequentare ogni giorno da anni (diciamo pure decenni!) sono ormai storia, eppure le peripezie della mia vita da pendolare non sono state in grado di scalfire questo amore innato.
L’aereo è comodo, verissimo, ma ti catapulta da un punto all’altro senza darti modo di capire veramente dove stai andando: passi da un ambiente ovattato e asettico a luoghi totalmente nuovi, diversi. Il treno no. Il treno è un continuo mutevole che non si interrompe mai. E’ attesa dinamica, è stupore. Come si può non amarlo?

Continua a leggere Viaggiare in treno nel mondo: le tratte che ho percorso e quelle che mi piacerebbe percorrere

Tornare a New York, ovvero: le città infinite

Ci sono città dove si può tornare più e più volte, senza timore di ripetersi o annoiarsi: sono quelle che mi piace chiamare “città infinite”.
Sono città che si evolvono, dove le esperienze da vivere si sommano alle cose da vedere e più se ne vedono e vivono, più ci si accorge che da vedere e vivere ce ne sarebbero molte altre.
New York è una di queste città.
Forse, nell’immaginario comune, è la “città infinita” per eccellenza. Mi è capitato di sentire su di lei pareri poco entusiasti, questo sì, d’altra parte non si può piacere a tutti; non ho però mai sentito nessuno considerarla “esaurita” con una visita di pochi giorni.
O si continua a tornare perchè la si ama oppure non ci si torna più, perchè non è scattata la scintilla o per mille altri casi della vita. Non di certo perchè si è già visto tutto quello che aveva da offrire.

Continua a leggere Tornare a New York, ovvero: le città infinite