Archivi tag: viaggi

Il mio viaggio negli Stati Uniti: itinerario di due settimane e considerazioni

Fino a poco tempo fa avrei scritto questo post sul volo del ritorno, o forse addirittura prima di andare in aeroporto per il rientro, come mi è successo ad esempio per Guatemala e Messico. Stavolta sul volo del ritorno ho preferito dormire, approfittando delle ore di sonno di Diego, il nostro piccolo viaggiatore alle prese con il suo primo viaggio intercontinentale.

Quello sulla costa orientale degli Stati Uniti non era uno dei viaggi in cima alla mia lista dei desideri, anzi. A essere sincera probabilmente avrei continuato a snobbare questa parte di mondo ancora per un po’ se le circostanze, fortunatamente, non mi avessero portata qui.
Dico fortunatamente perchè quello che ho appena fatto è stato uno dei viaggi più vari di sempre, alla scoperta di luoghi che in alcuni casi mi hanno, senza esagerare, incantata.
Ne parlerò nel dettaglio, oggi inizio giusto con lo “scheletro”.

ITINERARIO DI DUE SETTIMANE (IN PILLOLE)

Giorno 1 – South Boston

Siamo arrivati a Boston nel pomeriggio, tempo di ritirare la macchina e di andare all’appartamento (che abbiamo prenotato in South Boston) ed era ora di cena. Abbiamo cenato a South Boston da Certified Meatball Company, a base di polpette: se come me siete amanti del genere, consigliatissimo!

Continua a leggere Il mio viaggio negli Stati Uniti: itinerario di due settimane e considerazioni

Dieci cose che ho imparato a/di Malta (winter edition)

Da quando sono mamma ho una sola regola di vita: “la sopravvivenza innanzitutto”. Ora che tutto ruota attorno a questo concetto tanto semplice quanto sconvolgente il mondo mi sorride perché, in generale, ho imparato a fregarmene.
È proprio vero che ci si libera degli orpelli inutili solo in occasione dei grandi cambiamenti; il rischio è che non duri, ma ci si può lavorare.

Anche i viaggi ora seguono questo mio nuovo mantra.
Per le trasferte brevi non programmo più niente e vado dove mi porta il momento, prima invece pianificavo ogni minuto, per ottimizzare. Per i viaggi lunghi è diverso: lì, per ora, sono rimasta la solita secchiona. Ma vi saprò dire dopo gli Stati Uniti.

Tutto questo preambolo esistenziale per dire che ora non vi propinerò il classico “Cosa fare a Malta in quattro giorni”, ma credo proprio che supererete bene questa cosa. Ciò che voglio raccontare, invece, è quello che ho imparato io in quattro giorni, sia sull’isola che su me stessa indipendentemente dall’isola, perché alla fine si torna sempre lì: scopo del viaggiare è anche crescere come persone, no? E tornare un pochino diversi, altrimenti sono solo belle cartoline.

Continua a leggere Dieci cose che ho imparato a/di Malta (winter edition)