Il mio viaggio negli Stati Uniti: itinerario di due settimane e considerazioni

Fino a poco tempo fa avrei scritto questo post sul volo del ritorno, o forse addirittura prima di andare in aeroporto per il rientro, come mi è successo ad esempio per Guatemala e Messico. Stavolta sul volo del ritorno ho preferito dormire, approfittando delle ore di sonno di Diego, il nostro piccolo viaggiatore alle prese con il suo primo viaggio intercontinentale.

Quello sulla costa orientale degli Stati Uniti non era uno dei viaggi in cima alla mia lista dei desideri, anzi. A essere sincera probabilmente avrei continuato a snobbare questa parte di mondo ancora per un po’ se le circostanze, fortunatamente, non mi avessero portata qui.
Dico fortunatamente perchè quello che ho appena fatto è stato uno dei viaggi più vari di sempre, alla scoperta di luoghi che in alcuni casi mi hanno, senza esagerare, incantata.
Ne parlerò nel dettaglio, oggi inizio giusto con lo “scheletro”.

ITINERARIO DI DUE SETTIMANE (IN PILLOLE)

Giorno 1 – South Boston

Siamo arrivati a Boston nel pomeriggio, tempo di ritirare la macchina e di andare all’appartamento (che abbiamo prenotato in South Boston) ed era ora di cena. Abbiamo cenato a South Boston da Certified Meatball Company, a base di polpette: se come me siete amanti del genere, consigliatissimo!

Continua a leggere Il mio viaggio negli Stati Uniti: itinerario di due settimane e considerazioni

Di turisti e viaggiatori

Sì, ancora con questa storia di turisti e viaggiatori. Probabilmente state pensando che non si sentiva il bisogno dell’ennesimo post sull’argomento e nel caso, davvero, non avete tutti i torti. Se quindi adesso fuggirete altrove anziché leggere qui sotto non me la prenderò, amici come prima e alla prossima. Sul serio.

Spesso però mi capita ancora di imbattermi in questa dicotomia ormai ampiamente sfruttata: non mi soffermo mai a commentare perchè in genere la reputo una perdita di tempo (non è che me la meno, più avanti si capisce il perché). Così facendo, però, mi rimane quella sensazione di non detto che mi sta un po’ stretta. Dico un paio di cose qui, va, così me la levo e amen.
L’avrete ben capito: quello che segue è un post abbastanza egoista, ma non è forse vero che si scrive per se stessi prima ancora che per gli altri? Magari su questa cosa però ci torno, adesso non voglio divagare.

Continua a leggere Di turisti e viaggiatori

Viaggi, tatuaggi, pensieri e fotografie di Cabiria, una fissata con l'Asia, che ogni tanto scappa anche a Ovest.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: