Chester Beatty Library, elefante. Cabiria Magni

Chester Beatty Library: un regalo della pioggia

A vedere una città con la pioggia, c’è il rischio di non apprezzarla troppo: col sole, si sa, è sempre un’altra storia.

A Dublino ho passato due giorni e un po’ d’acqua l’avevo messa in conto, ma una giornata intera proprio no, la prima tra l’altro. Beh, lo sapete che, nonostante il tempaccio che mi ha accolta, questa città mi è piaciuta tantissimo? Me ne sono stupita io per prima, ma è andata così, anzi, quel tempaccio ha fatto la differenza.

Chester Beatty Library, Dublin. Cabiria Magni

Il mio racconto della città non può quindi che iniziare da uno dei regali che mi ha fatto la pioggia, una chicca che vi confesso, fosse stato solo per me, mi sarei persa: la Chester Beatty Library.

Un posto dove sono capitata un po’ per caso, perché non era troppo distante dall’ostello in cui alloggiavo, anche se in fondo a Dublino niente è distante da niente, e perché mi aveva in qualche modo chiamata da dentro le pagine della guida, mentre ero alla ricerca di un riparo dove trascorrere il pomeriggio: si trattava di libri, e di viaggi, viaggi in Asia. Bella cosa in fondo la pioggia, no?

Chester Beatty Library, Book. Cabiria Magni

La storia di Chester Beatty è di quelle che affascinano: laureatosi in ingegneria mineraria alla Columbia University di New York, diventa in poco tempo un vero e proprio punto di riferimento del suo settore, partendo dal basso, lavorando in miniera; nel 1908 fonda una società di consulenza a New York e qualche anno dopo una a Londra, fino a quando nel 1950 decide di trasferirsi in Irlanda, paese del quale diventerà il primo Cittadino Onorario in assoluto.

Chester Beatty era un grande appassionato di viaggi, oltre che un collezionista di tabaccherie cinesi, francobolli, libri e manoscritti di ogni genere: della sua collezione fanno parte tantissimi testi di valore storico come gli emakimono giapponesi, i libri di giada cinesi, xilografie, copie manoscritte del Corano e del Nuovo Testamento, miniature del Libro dei Morti e manoscritti medievali europei, illustrazioni provenienti dall’India e dal Medio Oriente.

Chester Beatty Library, elefante. Cabiria Magni

Questa raccolta meravigliosa, frutto di anni in giro per il mondo, è ora esposta nella Biblioteca che porta il suo nome, che si trova in un edifico annesso alla Torre dell’Orologio del Castello di Dublino; al piano terra ci sono un caffè e uno shop, al piano primo una galleria interamente dedicata all’Arte dei Libri, con le meraviglie di cui parlavo sopra, e al piano secondo un’esposizione dedicata alle grandi religioni del mondo: Islamismo, Cristianesimo, Induismo e così via, dove video, spiegazioni e oggetti dal fascino unico contribuiscono a raccontare una storia tutta da ascoltare, e da riscoprire.

Nella Biblioteca, poi, c’è anche una sala di lettura, dove su appuntamento è possibile consultare una grande collezione di libri, e dov’è stato trasferito il soffitto in lacca di Cina che Chester Beatty aveva scelto per la sua casa di Londra: averlo saputo prima, l’appuntamento lo avrei preso eccome!

Tutto questo a costo zero, perché Chester Beatty decise di mettere il suo tesoro a disposizione del pubblico, affidandolo dopo la sua morte ad un fondo fiduciario appositamente costituito: per entrare non si paga nessun biglietto, insomma, offre il governo irlandese!

Chester Beatty Library, Manoscritto. Dublin. Cabiria Magni

Se passate da Dublino e avete una mezza giornata a disposizione (ma anche meno, poi dipende da voi), vi consiglio di farci un salto: queste figure al confine con la leggenda non si trovano proprio ad ogni angolo di strada, è più facile incontrarle in qualche romanzo di Salgari.

Prendetemi per matta, ma Chester Beatty mi ha quasi ricordato il famoso Jim Thompson di Bangkok: io di lui non ho ancora parlato da queste parti, ma prometto di rimediare presto! Nel caso facciamo una sezione dedicata ai supereroi?

***

Chester Beatty Library Castello di Dubkino, Dublin 2

Dal Lunedì al Venerdì h.10/17 (da Maggio a Settembre) Dal Martedì al Venerdì h.10/17 (da Ottobre ad Aprile) Sabato h.11/17 (tutto l’anno) Domenica h.13/17 (tutto l’anno)

Chiusa nei lunedì festivi, Venerdì Santo, 24, 25 e 26 Dicembre, 1° Gennaio.

9 pensieri su “Chester Beatty Library: un regalo della pioggia”

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...